Binocoli - Ottica Mancini a ROMA dal 1969 al vostro servizio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Binocoli

                        
Ottica Valentino Mancini è Rivenditore Autorizzato

KOWA, STEINER, LEICA, ZEISS, SWAROSKI, BUSHNELL



Dieci anni di fiducia in prodotti e marche che senza dubbio fanno parte "dell'Olimpo" dei binocoli.
KOWA annovera prodotti di eccezionale qualità tra cui spiccano i binocoli della serie Prominar Genesis, con obiettivo dotato di lenti in fluorite sintetica e prismi con trattamento di fase , per una più fedele resa cromatica e corpo in magnesio Segnaliamo anche la serie Prominar XD che impiega vetri a bassissima dispersione e corpo in lega di magnesio .
         

Il prodotto STEINER si distingue per l'aspetto tipicamente militare, dal quale traspare la qualità,la solidità e l'assoluto rifiuto di tutto ciò che non è funzionale allo scopo
         
Il binocolo è universalmente identificato tramite una serie di numeri.
La prima coppia di numeri è solitamente indicata sul corpo del binocolo stesso: sono due cifre separate da una " X " : ad esempio 8 x 56 .
La prima cifra ( 8 ) indica il fattore di ingrandimento del binocolo la seconda cifra ( 56 ) indica il diametro dell'obiettivo del binocolo .
Il rapporto tra diametro obiettivo e ingrandimento dà il valore della pupilla d'uscita in mm. : ( nell'esempio 56/8 = 7,00)
Tale valore rappresenta il valore del diametro dell'immagine sulla lente posteriore dell'oculare ; tale immagine si può facilmente vedere, tenendo davanti a se il binocolo .  Maggiore è il valore della pupilla d'uscita e più il binocolo è adatto alla visione notturna .
La radice quadrata del prodotto tra diametro e ingrandimento é detto fattore crepuscolare: esso ci dà una informazione circa la capacità di effettuare osservazioni in condizioni di luce critiche come l'albeggio e il crepuscolo , appunto .
Con i dati dell'esempio (8x56)1/2 = 21,17 .Questo è vero sino a un certo punto, oltre il quale, però, il soggetto inquadrato diventa confuso. Una formula più ragionevole da , come fattore crepuscolare , la radice quadrata del prodotto ingrandimento x diametro - 0,7 volte l'ingrandimento ; con i dati dell'esempio (8x56)1/2-0,7x8 = 15,57 .
Il quadrato del rapporto tra diametro dell'obiettivo e ingrandimento é detto luminosità relativa : intuitivamente  da un'indicazione sulla capacità di raccolta della luce di un binocolo , e dunque la sua capacità di effettuare osservazioni in condizione di scarsa luminosità ambientale ; con i dati dell'esempio (56/8)2  = 49 .
Torna ai contenuti | Torna al menu